NewsScope
18 ottobre 1999
© 1999 Michael Wolfstar. Versione italiana a cura di Rishi Giovanni Gatti

Colpo di Stato in Pakistan

Martedì scorso il villaggio globale ha assistito al primo colpo di Stato militare in un Paese dotato di arsenali militari. Il capo dell'esercito pachistano Musciarraff ha deposto il governo democraticamente eletto. Due giorni più tardi molte nazioni nel mondo hanno commentato negativamente il rifiuto del Senato americano nel ratificare il Trattato per la Sospensione dei test nucleari.

Da un punto di vista astrologico, Pakistan e India sono come due gemelli siamesi separati alla nascita. Entrambe sono nate alla mezzanotte del 15 agosto del 1947, quando i governatori inglesi lasciarono il subcontinente. Sebbene le posizioni dei pianeti siano le medesime, esse hanno diversi Ascendenti e diversi Mediocieli (e cioè diversi Assi Angolari) poiché i due oroscopi vengono rilocati nelle due rispettive capitali.

Se i cinici potranno dire che ciò che divide India e Palistan è la religione (Induismo contro Islam), l'astrologo può vedere che i destini di queste due nazioni sono condizionati dai diversi Angoli Celesti.

Il Pakistan ha avuto ben 4 colpi di Stato, mentre l'India nessuno. La Carta pachistana è dominata dalla presenza di Chirone nella Sesta Casa delle forze militari, che è in esatta quadratura con il Mediocielo (il punto del destino). Entrambe hanno un esercito volubile e virulento a causa della congiunzione esplosiva di Marte e Urano. La settimana scorsa la congiunzione pachistana era attivata, mentre quella indiana no (infatti il Mediocielo progresso era esattamente quadrato a Urano, innescato dal transito di Marte in opposizione).

Il futuro pachistano è estremamente pericoloso, e di conseguenza lo è quello indiano e di tutti. I segnali astrologici sono diversi, in particolare Marte Progresso e i transiti di Saturno e Urano. La Comunità Europea ha proposto, per prima nel mondo, sanzioni economiche per il Pakistan.


La Borsa ha i brividi

L'indice DJIA di New York ha perso 630 punti in una settimana, segnando la più grave perdita dall'ottobre 1989. Come gli osservatori economici sanno bene, il mese di ottobre è storicamente un periodo "orso", e tutti i crolli storici sono successi in questo periodo. Il Crollo del 29 celebra il settantesimo anniversario il 24 ottobre. Il Crollo del 87 invece avvenne il 19.

Gli astrologi finanziari studiano molte carte e molti indicatori per seguire il mercato azionario. Uno dei più pericolosi e riconosciuti indicatori è la Quadratura tra Saturno e Urano, in atto da alcuni mesi. Molti analisti concordano sul fatto che il periodo attuale è un "periodo orso invisibile" (sin da aprile) dato che solo poche grandi aziende hanno realizzato profitti, mentre l'84% dei titoli ha un valore inferiore a quello dei picchi del 98.

Perché il mese di ottobre è così cruciale? Ipotizzando che ogni grossa correzione degli indici deve riflettersi a livello nazionale, l'oroscopo statunitense può rivelare qualcosa. In ottobre il Sole, accompagnato da Mercurio e Venere, transita la Dodicesima Casa dell'oroscopo, dove tutte le paure collettive e gli impulsi subconsci sono liberi di venire espressi.

Nei crolli del 29 e del 87, Saturno transitava la Seconda Casa degli assetti finanziari. Il lavoro di Saturno è quello di verificare la realtà delle cose, e cioè a capire quanto c'è di vero e quanto sia solo irrazionale esuberanza. Ora non è Saturno a trovarsi nella Seconda Casa, bensì Plutone. Plutone ha il potere di creare e distruggere grandi risorse finanziarie. Nel breve periodo, la minaccia plutoniana continuerà ad accumularsi fino al 25 ottobre, il momento dell'opposizione con Urano
back