NewsScope Astrologia Politica in inglese 
28 maggio 2001
 
Astrologia politica per sorvegliare il mondo
© 2001 Rishi in collaborazione con Michael Wolfstar

Energia o Ambiente: Nettuno alimenta il dibattito

Il Presidente americano ha annunciato un grande piano energetico nazionale che considera compatibili la produzione di energia e la protezione dell'ambiente naturale. Il piano, articolato in 105 diverse proposte, include la ripresa delle trivellazioni in Alaska, l'aumento della produzione di carbone, e il ricorso a nuove centrali nucleari, rilanciando al contempo i finanziamenti per la conservazione dell'ambiente, per lo sviluppo di fonti rinnovabili e di combustibili alternativi.

Analizzando la ricorrenza da un punto di vista astrologico, notiamo che il pianeta governatore del petrolio e dei gas, Nettuno, è attualmente in transito sull'Asse discendente dell'Oroscopo di Bush. Poiché il Discendente rappresenta il "socio", ecco che diventa prominente la figura del Vicepresidente americano, Mr. Cheney, che è proprio colui che ha scritto il piano energetico. Caso strano, succede che dal 1995 al 2000 tale Cheney è stato CEO (chief of executive office, cioè amministratore delegato) della Halliburton, la compagnia di servizi petroliferi più grande del mondo.

Ma il transito di Nettuno sta interessando anche in modo grave l'Ascendente dell'Oroscopo degli Stati Uniti, il che si riflette nell'enorme importanza che petrolio e gas ricoprono nella politica nazionale. In questa fase, gli ambientalisti sostengono che la deregolamentazione in atto nel settoe, a favore dei bilanci aziendali, contrasta con le rassicurazioni in senso protezionistico fatte dal Presidente americano.

Gli sviluppi dei prossimi mesi devono tenere conto dei transiti di due importanti pianeti, Saturno e Plutone, che saranno in opposizione nei due segni d'opinione e di discussione dei Gemelli e del Sagittario. Il dibattito sarà acceso, perché la questione ambientale si collega a due aree astrologiche importanti: la Seconda Casa degli assetti finanziari e dei valori, e l'Ottava Casa del bilancio e delle corporazioni.

Poiché la democrazia si basa su conoscenza e discussione, il momento attuale nella politica americana, assegna alla coppia Bush/Cheney il compito di valutare la giusta relazione tra ambiente ed energia, e tradurla in stanziamenti e norme di indirizzo legislativo. Dati i pianeti in gioco, è facile prevedere che con questa Amministrazione il Movimento ambientalista americano sarà consacrato a potente forza nazionale.

Il Senatore Jeffords volta gabbana

Un primo effetto del momento difficile che l'America sta vivendo attorno ai temi dell'energia e dell'ambiente è stata la defezione di Mr. Jeffords dal suo partita, spostando il precario equilibrio (50-50) al Senato ad una minima maggioranza per il Partito democratico. L'agenda politica cade nelle mani dei Democratici: Jeffords stesso ottiene la presidenza della Commissione dei Lavori pubblici ed ambientali, e cioè la regolazione della politica ambientale.

Jeffords nasce nel segno solido e roccioso del Toro l'11 maggio del 1934 a Rutland (VT). Il suo Oroscopo denota la congiunzione di Mercurio, Marte e Cerere anch'essi in Toro, fornendo energia astrologica per la stabilità e la longevità politica. Ciò conferma la tesi secondo la quale quando un Toro cambia opinione, l'effetto è paragonabile a un terremoto, si verifica uno sradicamento dello status quo.

Altri effetti nettuniani

Poiché Nettuno governa le droghe (legali ed illegali), l'enfasi data dalla stampa a notizie ad esse collegate non deve sorprendere lo studioso di Astrologia politica. Almeno fino alla fine di giugno.

In seguito alla decisione di Jeffords, il Senatore Eduardo Kennedy assumerà la presidenza della Commissione per la Sanità, il Lavoro e le Pensioni. È da lì che Kennedy spingerà per una legge sui diritti dei pazienti, sul controllo dei prezzi dei medicinali e su altre misure che renderanno più difficile la vita alle compagnie farmaceutiche.

Il 14 maggio la Corte Suprema ha abolito una legge californiana che consentiva la prescrizione medica di marijuana, in eccezione alla legge federale che la vieta. L'alta corte americana inverte una giurisprudenza progressista finora attuata in Alaska, Arizona, Colorado, Hawaii, Maine, Nevada, Oregon, e Washington, dove i cittadini stessi hanno votato per referendum l'uso medico della marijuana.

Da una notizia cattiva si passa ad una notizia "buona": durante i lavori della annuale conferenza oncologica mondiale i ricercatori dano per la prima volta in trenta anni l'annuncio che forse qualcosa di efficace e valido contro i tumori si sta per sperimentare. Si tratta di nuovi farmaci chiamati "inibitori della angiogenesi", capaci di uccidere le cellule tumorali. Ecco ancora la speranza nettuniana fare capolino nella psicologia collettiva dell'umanità: a quando la successiva delusione?

pagina iniziale