NewsScope Astrologia Politica in inglese 
9 luglio 2001
 
Astrologia politica per sorvegliare il mondo
© 2001 Rishi in collaborazione con Michael Wolfstar

Si avvicina il giorno del G8

Il giorno del tanto atteso e vituperato Incontro degli Otto Paesi più industrializzati del mondo si avvicina inesorabilmente: il 19 di luglio la città di Genova ospiterà i più alti livelli delle gerarchie politico/economiche internazionali ma anche i più determinati attivisti antigovernativi, i contestatori di quella “globalizzazione” dei consumi e delle culture che continua ad essere sempre più presente nella coscienza collettiva da quando il Pianeta Plutone è entrato nel Segno del Sagittario (1996).

Il transito del pianeta del potere nel segno dell’espansione transnazionale non terminerà che nel 2008, e dunque la comunità mondiale fa bene a non trascurare l’importanza delle tematiche che esso solleva. La fase attuale è complicata dal contemporaneo transito del Pianeta Urano e del Pianeta Nettuno, nel Segno dell’Acquario (dal gennaio del 1998). La combinazione del pianeta dell’innovazione e del pianeta della spiritualità, nel segno della libertà e dell’autodeterminazione, può diventare esplosiva, e, come testimoniano gli eventi di Seattle del 30 novembre del 1999 (vedi l’articolo collegato), quando la veemenza delle proteste “antiglobal” indusse i partecipanti al vertice del commercio mondiale a sospendere i lavori. In quell’occasione, il Pianeta Marte era da due giorni entrato in Acquario, procurando l’erompere della violenza.

Se studiamo l’Oroscopo del prossimo G8 (tratto per l’alba del 19 luglio 2001 a Genova) nei confronti dell’Oroscopo della Repubblica italiana, il ruolo dei quattro pianeti sopra menzionati risulta in evidenza, e il presagio non appare favorevole. Nei dettagli, osservando la Carta qui riprodotta, si nota che il transito di Urano colpisce la posizione di Marte (che nella Carta italiana è collegato a problemi di Giustizia e di Onore), e viceversa il transito di Marte interessa la posizione di Urano (che nella Carta italiana, essendo congiunto al Sole nel Segno dei Gemelli, connota i cittadini come inguaribili individualisti menefreghisti, sommersamente capitalisti). Le ragioni solidaristiche e terzomondiste dei contestatori anti-globalizzazione godono dunque di una sottolineatura astrologica: il problema esiste e non deve essere sottovalutato, come anche il neo-ministro degli Esteri Ruggiero ha prontamente dichiarato all’indomani della sua investitura.

È il ruolo dell’Italia che risulta importante e determinante, in questa fase, come dimostra il transito del Pianeta Giove. Il pianeta che segnala le opportunità sarà esattamente allineato, nell’Oroscopo italiano, al pianeta della comunicazione, Mercurio, nel Segno del Cancro, simbolo dell’archetipo della Madre, e cioè di ciò che si prende cura di qualcosa o qualcuno. Questo vertice offre l’opportunità all’Italia di “prendersi cura” di tutte le istanze e le prerogative che sono sul tappeto: le richieste dei Grandi e degli Arrabbiati possono dunque trovare, nell’ospite italiano, una capace forza di mediazione.

E quando si parla di mediazione, di reciproche convenienze, non si può trascurare il ruolo del mediatore per eccellenza, il premier Berlusconi. Per un curioso caso di coincidenze astrali, risulta che il punto del Destino nell’Oroscopo del Cavaliere sia esattamente allo stesso grado zodiacale (Cancro 2°) del Mercurio italiano, e quindi direttamente collegato al transito del 19 di luglio del Pianeta Giove. Il Presidente del Consiglio avrà dunque una grossa responsabilità da esercitare durante il vertice, e per tutto l’anno a venire, essendo il pianeta dell’abbondanza in transito (fino al 31 agosto del 2002) nella sua Casa Decima dell’Onore.

Alcune settimane fa è stato Vittorio Feltri, in un editoriale pubblicato sul suo Libero Quotidiano, ad adombrare la possibilità che Berlusconi, proprio nei giorni del vertice, possa cadere vittima di un altro provvedimento giudiziario che ne danneggi la reputazione, proprio come nel 1994. Una tale evenienza non si può escludere, astrologicamente parlando, perché, ahinoi, in quel medesimo secondo grado del Cancro, così importante per l’onorabilità del nostro Presidente del Consiglio, si è verificata l’Eclisse solare del 21 giugno scorso, un tipo di evento che storicamente ha sempre giocato brutti scherzi ai leader mondiali.

pagina iniziale