NewsScope Astrologia Politica in inglese 
23 settembre 2001
 
Astrologia politica per sorvegliare il mondo
© 2001 Rishi in collaborazione con Michael Wolfstar

Astro*Carto*Grafia per G.W.Bush

In quello che è stato considerato il miglior discorso della sua vita, G.W.Bush si è rivolto al Congresso e alla Nazione per chiarire i suoi obiettivi rispetto alla guerra al Terrorismo. Le sue parole «ogni Nazione, in ogni luogo, ora deve decidere: o sta con noi, o sta con i terroristi» hanno ricordato quelle di Franklin Delano Roosvelt all’indomani dell’attacco su Pearl Harbour.

È nell’Oroscopo di nascita del Presidente che troviamo sia l’immediatezza che l’azione di lungo periodo che la situazione attuale richiede, dove il Pianeta Marte gioca il ruolo di guida. Abbiamo già ricordato il doppio contatto marziale che interessa la sua Carta progressa (P Marte quadrato al Sole natale, P Sole congiunto a Marte natale) per i prossimi tre anni. Ora approfondiamo l’indagine proiettando la posizione natale di Marte sulla mappa del mondo. Così facendo possiamo intuire in quali zone l’azione del Pianeta della Guerra sarà più intensa.

Secondo la tecnica della Astro*Carto*Grafia, vediamo che la linea di Marte passa proprio nel cuore dell’Afganistan. Al momento, numerosi contingenti militari si stanno raccogliendo intorno al confine del Pachistan, pronti ad intervenire per polverizzare i Talebani e i rifugi di O.B.L., se riescono a trovarli. La linea di Marte prosegue e attraversa anche il Pachistan dove una maggioranza pro-talebani minaccia un colpo di Stato per togliere al Generale Musciarraffa, favorevole all’Occidente, il governo del Paese e del suo arsenale nucleare.

Notiamo inoltre che il Pianeta Mercurio è precisamente allineato a Marte, sebbene in un Segno diverso. Dunque quando Marte è attivato, lo è anche Mercurio, la cui linea passa per Gerusalemme e la famosa valle libanese della Bekaa, dove sembra vengano addestrati i guerriglieri Hezbollah. La missione in Afganistan è solo l’inizio.

l’ascesa dell’Islam

Grandi proteste in Pachistan durante la scorsa settimana contro le intenzioni americane di attaccare l’Afganistan, ritenuto il Paese che protegge Bin Laden. In molte regioni a prevalenza islamica (incluse Kashmir, Bangladesh, Indonesia) si sono tenute grandi manifestazioni di protesta dove migliaia di persone hanno cantato in favore dell’Afganistan, bruciando e offendendo bandiere americane.

L’Islam nasce, secondo la tradizione astrologica, il giorno in cui Maometto arriva alla Mecca da Medina, nel 622 d.C. Il ricercatore astrologo Mark Lerner conferma come valida la data del 16 luglio, al tramonto (ore 18:45), il che fornisce una Carta molto interessante per studiare l’evolversi degli eventi attuali. Il Sole si trova nel Segno familiare del Cancro, ma subisce la potente influenza del Pianeta Plutone, che inietta una volontà che può diventare pericolosa. Ricordiamo che “Islam” significa “ciò che si sottomette a Dio”.

I transiti più importanti che hanno interessato la Carta islamica coincidono con gli sviluppi culturali più spettacolari di quella religione. La nascita dello Stato di Israele ha causato la fuga di centinaia di migliaia di palestinesi, in maggior parte musulmani, dalla loro terra, e il conflitto che ne consegue si sorveglia facilmente studiando la Carta dell’Islam. Ad esempio, l’Intifada (la rivolta palestinese) inizia il 9 dicembre del 1987, con Marte e Plutone congiunti al Mezzogiorno islamico.

Parallelamente, il Terrorismo islamico vede in azione anche il Pianeta Urano, che stimola la coppia natale Marte/Plutone in questa fase almeno per altri quattro mesi, giungendo ad un culmine intorno al 30 ottobre prossimo.

la battaglia contro il Male

In America è l’ora dei predicatori televisivi. I due più autorevoli televangelisti della Destra cristiana sono i signori Pat Roberson e Jerry Falwell, che vanno ripetendo che gli americani si sono meritati la punizione del 11/9 perché “Dio ha rimosso il suo velo protettivo sull’America”. Lo “stile” usato nelle loro prediche richiama sinistramente quello degli estremisti islamici, quando accusano i gruppi libertari favorevoli ai diritti civili di paganesimo, femminismo, omosessualità, eccetera, e quindi di “fare arrabbiare Dio”...

Studiando l’Oroscopo di Robertson (22/3/1930, Lexington VA) notiamo la Luna e Saturno nel Segno tradizionalmente patriarchico del Capricorno, con il Sole nel Segno sfacciato dell’Ariete. Gli aspetti di opposizione in questa Carta favoriscono il proiettarsi inconsapevole verso gli altri di conflitti personali repressi. Di conseguenza, molti tra i suoi ascoltatori troveranno nella personalità di Robertson, simbolo di una moralità indefessa, l’appiglio psicologico per guadagnarsi, a buon mercato, una sospirata moralità come la sua.

L’Astrologia, vista come una mappa olistica della psiche, dimostra come ogni cosa sia interconnessa con le altre. Nel caso di Robertson, la sua opposizione natale tra Saturno e Plutone risuona con l’attuale transito di quei due Pianeti, e si trova coinvolto nella ridefinizione morale dell’eterno conflitto tra Bene e Male. Poiché l’Oroscopo progresso americano vedrà il Sole muoversi nello stesso segno solare del predicatore cristiano, egli sarà investito di un ruolo di guida morale sempre più intenso nei prossimi due anni.

Le tre religioni monoteiste, Ebraismo, Cristianesimo ed Islamismo, derivano la stessa visione del mondo dall’apocalittica letteratura sacra del Medio Oriente, la quale predice un soluzione definitiva e finale alle vicende umane (il Giudizio Universale). Per contro, gli astrologi che praticano la psicoterapia olistica sanno bene che la vera battaglia non è tra Noi e Loro, ma nell’aiutare se stessi e i propri clienti ad imparare ad agire secondo la propria intuizione consapevole, e riconoscere che nell’Altro esiste un Sé che, nel profondo, si incontra e si unisce al proprio Sé.

pagina iniziale