NewsScope  Astrologia Politica in inglese  
2 dicembre 2001
 
Astrologia politica per sorvegliare il mondo
© 2001 Rishi Giovanni Gatti in collaborazione con Michael Wolfstar

Tribunali militari sotto accusa

Sebbene Bush goda di un indice di popolarità vicino al 90%, una crescente marea di critiche sta montando contro le recenti decisioni che aumentano i poteri e le prerogative delle forze militari e dei servizi di spionaggio a detrimento delle libertà civili garantite dalla Costituzione americana. Quello che ha suscitato maggiori polemiche è la decisione dell’Esecutivo di istituire tribunali militari e di permettere all’FBI di arrestare ed interrogare, senza garanzie, gli immigrati mediorientali.

L’espansione del “ramo esecutivo” si osserva nel transito di Giove in congiunzione al Sole americano. Giove si associa al principio dell’espansione, dell’opportunità, delle grandi influenze. Il Sole, in un Oroscopo politico, rappresenta la guida nazionale, il Governo e il suo presidente.

È Giovanni Ashcroft (9/5/1942), attorney general, la forza che insiste per aumentare i poteri di polizia del Governo federale. Il Senatore Patrizio Leaby (31/3/1940), presidente del Comitato di Giustizia senatoriale, sta tenendo audizioni per verificare la validità giuridica dei tribunali militari appena istituiti. Dura da più di un mese il confronto tra i due, e nei prossimi giorni sarà proprio il turno di Ashcroft a sedersi di fronte al Comitato.

La loro reciproca animosità si vede riflessa chiaramente nei due rispettivi oroscopi, studiandone la sinastria: il Marte in Toro di Leary è esattamente congiunto all’Urano in Toro di Ashcroft. Nessuno dei due si sposterà di un millimetro. Quando il transito di Marte, ora nella terza decade dell’Acquario, entrerà in quadratura al loro contatto Marte/Urano in Toro (attorno al 7, 8 e 9 dicembre), scoppierà un violento scontro che andrà ben al di là dei limiti del decoro politico...

George Harrison: “anche questa passerà”

Giorgio Harrison è stato il primo dei Beatles ad accorgersi che le urla dei fans gli procuravano parecchio fastidio. Preferiva i primi tempi, quando non erano ancora così famosi e giravano «il mondo in lungo e in largo cantando sempre le solite dieci melense canzoni». Nel 1966 anche gli altri componenti del gruppo lo raggiunsero su questa idea, e da allora decisero di concentrarsi sul lavoro in studio di registrazione, in favore di una migliore creatività musicale.

Harrison nasce nel segno dell’auto-cancellazione, i Pesci, il 24 febbraio del 1943 alle 23:52 in Liverpool, con il Sole in un favorevole trigono alla Luna in Scorpione. I valori lunari governano la personalità, essendo la Luna esattamente congiunta all’Ascendente ed immersa in una rete di precisi aspetti con il resto della Carta. Una Luna in Scorpione, per di più amplificata dalla quadratura con Plutone, dona una intensa emozionalità, che spesso tende a rimuginare sulle cose, nella seriosità, ma anche a farsi catturare dal desiderio di esplorare con passione i misteri nascosti nell’anima.

Con Plutone, pianeta dominante, congiunto al Mediocielo e in accordo con Venere in Quinta (creatività, divertimento), il destino di essere famosi nel mondo era scritto nel suo programma esistenziale sin dall’inizio. Plutone è, però, opposto a Mercurio, da cui il profondo sospetto che Harrison ha sempre nutrito nei confronti della fama e del successo. Solo la pratica della T.M. (transcendental meditation) gli ha consentito di tenere sotto controllo quel fastidioso conflitto interiore.

Quando troviamo il Sole in aspetto con tutti i pianeti esterni, diciamo che il nativo è una PPE (persona dei pianeti esterni) , e si assume il ruolo di “guida transpersonale” nei confronti di una intera generazione: nel caso di Harrison – che nasce in una fatale configurazione a Yod con Nettuno e Plutone – la battaglia e il successo di una generazione sono la “sua” battaglia, il “suo” successo.

La generazione di baby-boomers in tutto il mondo, coloro nati tra la fine degli Anni Quaranta e l’inizio degli Anni Cinquanta, conserverà per sempre il suo ricordo, così come faranno le migliaia di adolescenti contemporanei che hanno appena acquistato, su compact-disc, il più venduto disco dei Beatles, “1”.

Oroscopo di George Harrison

pagina iniziale