NewsScope  Astrologia Politica in inglese  
12 gennaio 2002
 
Astrologia politica per sorvegliare il mondo
© 2001 Rishi Giovanni Gatti in collaborazione con Michael Wolfstar

Marte in Ariete, si salvi chi può

Il punto dell’Eclisse solare del Solstizio d’Estate del 2001 sta per essere di nuovo attivato da un transito del Pianeta Marte, la cui azione prefigura sempre situazioni difficili l’intero “villaggio globale”. La particolarità di quella Eclisse è nota: il 21 giugno del 2001, durante il giorno più lungo dell’anno, poche ore dopo il suo ingresso in Cancro il Sole, che si trovava perciò nella posizione più elevata, è stato improvvisamente oscurato dalla Luna.

Il primo grado del Cancro è perciò un punto molto sensibile dello Zodiaco, dominato dall’energia dormiente caratteristica di ogni Eclisse di questo tipo per almeno sei o dodici mesi. Già l’11 settembre l’opposizione di Marte dal Capricorno ne ha innescato lo sfogo con l’attacco al WTC, e la congiunzione del 23 dicembre tra il Sole e Chirone, sempre in opposizione, ha portato al collasso dell’economia argentina, all’intensificarsi del confronto pre-militare tra India e Pachistan e ha fatto scoppiare in tutta la sua violenza il conflitto tra palestinesi ed israeliani.

Ora il pianeta rosso sta per entrare in Ariete, e di nuovo si appresta a colpire il primo grado del Cancro, secondo l’energia astrologica dettata dalla quadratura. Chiunque sia nato con importanti pianeti o angoli nei primissimi gradi dei quattro segni cardinali (Ariete, Cancro, Bilancia e Capricorno) si troverà illuminato nell’azione e nelle decisioni da questa irripetibile configurazione celeste. Tra i tanti, segnaliamo il capo dell’OLP, Arafat, che nasce con Marte ai primi gradi della Bilancia.

La situazione più temibile è relativa al Kashmir, dove il conflitto tra India e Pachistan sta diventando insopportabile. Entrambi gli Stati nascono con Marte ai primi gradi del Cancro, punto zodiacale che verrà colpito il prossimo 19 gennaio. In questo caso, purtroppo, il transito di Mercurio diventa retrogrado proprio sopra al Mediocielo dei due Stati il giorno 18, e il presagio indicherebbe la fine dei tentativi diplomatici in corso.

Nettuno e gli scandali elettrici

La bancarotta del grande produttore di elettricità americano Enron continua a puzzare di scandalo: la settimana scorsa nuove rivelazioni denunciano la cattiva condotta degli amministratori dell’azienda fallita, continuata anche dopo l’intervento della magistratura. Non solo sembrerebbe che siano stati distrutti importanti documenti, ma anche che è stato chiesto aiuto finanziario ad importanti membri del Governo di Bush.

Il pianeta che indica gli scandali è Nettuno. Quando un Oroscopo istituzionale viene interessato da un grande transito nettuniano, possiamo attenderci il manifestarsi di un qualche scandalo. Secondo l’Oroscopo americano adottato da Sorvegliare il mondo la situazione corrente si mostra particolarmente interessante poiché Nettuno è in quadratura all’Ascendente in Scorpione.

Nettuno è stato agli stessi gradi odierni per un periodo di circa quattro mesi durante il 2001, quando da queste colonne avevamo tratteggiato brevemente il ruolo primario del pianeta relativamente allo scandalo delle spie, allo scandalo dei prezzi dei farmaceutici, e a come le lobbies del petrolio e del gas naturale ottennero favori legislativi (vedi il caso Enron) dai politici da esse finanziati.

Ora Nettuno è di nuovo nei pressi della quadratura esatta sull’Ascendente: il suo influsso funziona da ostacolo o da distrazione rispetto alla campagna nazionale di guerra al terrorismo. Man mano che lo scandalo Enron verrà rivelato, i cittadini comuni non potranno che ricordarsi della necessità di cambiare le leggi che governano il finanziamento delle campagne elettorali: i politici di Washington pensano troppo agli interessi dei loro finanziatori e vengono esageratamente condizionati nel loro agire dalle corporazioni. Probabilmente sarà il terzo passaggio di Nettuno all’Ascendente, nel tardo autunno del 2002, a riportare all’attenzione la questione della riforma del finanziamento delle campagne elettorali.

pagina iniziale