NewsScope  Astrologia Politica in inglese  
Data: 20-10-2002 18:34
 
Astrologia politica per sorvegliare il mondo
© 2002 Rishi Giovanni Gatti in collaborazione con Michael Wolfstar

Venti di guerra

Il Golfo persico va riempiendosi di unità militari marcate U.S., per una normale “routine di esercitazioni”, secondo quanto dice il Pentagono.  I Quartieri generali si stanno gradualmente spostando dalla Germania verso il Qatar, e più di 57.000 uomini sono già nell’area.  Cinque grandi aerei da trasporto forniranno il completamento dello schieramento di truppe e messi, e di ciò che serve per costruire una base nell’oceano, nel caso in cui gli stati arabi non appoggeranno l’invasione americana dell’Iraq.

L’Oroscopo del Pentagono riflette l’urgenza pressante che spinge all’azione militare, sia secondo i pianeti natali che i transiti correnti.  Marte, sempre coinvolto in fatti di guerra, è in posizione prominente, in stretto contatto con Ascendente, Giove e Urano.  Marte ed Urano natali sono nel segno orientato alle informazioni, i Gemelli, caratteristica equivalente all’Oroscopo americano, che è di centosettant’anni più vecchio.  I due pianeti sottolineano la natura tecnologicamente avanzata dell’apparato militare.  Negli scorsi mesi, Saturno e Plutone sono stati in allineamento con il Marte del Pentagono, e mentre ora Saturno si è spostato, Plutone rimane ancora in stretta opposizione.

In novembre, quando le “esercitazioni” inizieranno, Giove, dal segno fiammeggiante del Leone, transiterà in sestile con Marte e in quadratura con Giove natali del Pentagono.  La combinazione promette una grande dimostrazione di forza, avendo Giove nella Seconda casa delle Risorse.  La settimana precedente al 18 dicembre, quando Plutone sarà esattamente opposto a Marte, sarà piena della urgenza americana di agire.

Venere riaccende i Mercati

Le ultime due settimane passate hanno finalmente visto un guadagno degli indici dei mercati finanziari, sebbene ancora in presenza dei soliti sbalzi mozzafiato cui siamo oramai abituati.  L’ondata rialzista è iniziata il 10 ottobre, dopo che sia il DJ che il Nasdaq avevano marcato i minimi dagli ultimi cinque anni, portando alcuni analisti a suggerire che la fase ribassista dell’ “orso” fosse finalmente terminata.

Da un punto di vista astrologico il giorno 10/10 è importante perché ha segnato la “stazione retrograda” di Venere.  L’Astrologo finanziario Ray Merriman sostiene che quattro volte su cinque il passaggio di Venere alla fase retrograda coincide con un’importante punto di svolta nei mercati, che di solito accade nei primi 12 giorni operativi successivi a quello della stazione. Comunque, egli termina la sua analisi dicendo che l’effetto di Venere non risulterebbe collegato a cicli di lungo periodo.

Questa particolare occorrenza potrà essere diversa perché è accaduta in allineamento esatto con il Mediocielo americano, per cui è possibile che essa marchi un periodo, invece, molto significativo.

Le forti oscillazioni giornaliere negli indici sono sintomatiche della grossa influenza uraniana che gli Stati Uniti, e il mondo intero di riflesso, stanno subendo.  Risulta interessata infatti dal transito uraniano la Luna americana, e gli investitori mostrano così tutto il loro nervosismo.  Le prossime date interessanti in questo contesto saranno il 4 novembre (stazione diretta di Urano) e il 10 dicembre (congiunzione con la Luna americana).

pagina iniziale

Iscriviti gratuitamente alla AstrologiaDinamica mail-list
per venire aggiornato settimanalmente sulle novità di Sorvegliare il Mondo