NewsScope  Astrologia Politica in inglese  
Data: 10-02-2003
 
Astrologia politica per sorvegliare il mondo
© 2003 Rishi Giovanni Gatti

Marte entra in zona pericolosa

Come tutti noi sappiamo, il livello di all’erta è stato alzato da giallo ad arancione la scorsa settimana dalle autorità americane, che temono da un momento all’altro un attacco terroristico, per quanto simbolico, su obiettivi nazionali, specialmente quelli collegati ai settori dell’energia e dei trasporti.

Astrologicamente queste condizioni vengono segnalate da due complessi planetari che raggiungeranno tensione massima proprio al termine della settimana corrente.  Il primo di essi è l’opposizione tra Giove e Nettuno di venerdì 16, che pone i due pianeti religiosi uno di fronte all’altro nei segni del Leone e dell’Acquario.  Gli individui o le fazioni che si sentono energizzati da questa coppia planetaria crederanno di agire in favore dell’opera di Dio.

Il secondo complesso riguarda tre pianeti: Marte, Saturno e Plutone.  Gli ultimi due sono stati in opposizione l’uno all’altro negli ultimi due anni nei segni dei trasporti e delle comunicazioni, Gemelli e Sagittario.  Marte ora si appresta rapidamente a raggiungere la stessa zona dello Zodiaco occupata da Saturno e Plutone.  Marte, pianeta della rabbia, della violenza e della guerra, agisce da innesco per la tensione sotterranea provocata dai due pianeti più lenti.

Il pianeta rosso sarà più pericoloso nei giorni immediatamente precedenti la sua congiunzione con Plutone del 16 febbraio, e continuerà a muoversi in “zona rossa” finché supererà l’opposizione con Saturno del 20 febbraio.  Questa intera fase renderà la settimana tra il 14 e il 20 febbraio carica di pericoli per chi viaggia.  Coloro che hanno pianeti importanti tra la metà e la fine dei segni dei Gemelli e del Sagittario devono saper dimostrare cautela estrema.

Il Columbia esplode in volo

L’insolita Luna Nuova con Nettuno della scorsa settimana merita ulteriore approfondimento.  È stato il classico esempio unificatore del pianeta degli Oceani, operante nel settore dell’alta tecnologia governato dall’Acquario.  L’esplosione della navicella spaziale Columbia ha colpito tutti nel mondo, e dato che la corsa allo Spazio iniziò negli Anni Sessanta sotto l’influenza di Saturno opposto a Plutone, è chiaro per tutti che ora si deve aprire una fase nuova.

Ci sono curiose coincidenze.  L’astronave è cascata sul Texas, la Stato che ha dato i natali al Presidente americano, e non solo: i resti del primo pilota israeliano in volo nello Spazio si sono sparpagliati su una cittadina dal nome Palestina.  Ma come è possibile che si verifichino coincidenze del genere?

L’ala pacifista dell’opinione pubblica mondiale interpreta questi segnali come forti premonizioni che dovrebbero indurre le Autorità a posporre o a rinunciare addirittura alla guerra all’Irak, e a riconsiderare profondamente l’intera situazione medio-orientale.

Ma da un punto di vista astrologico, se interpretiamo i simboli in modo equilibrato, la tensione che si è accumulata a partire dal crash test 911 delle torri gemelle quasi un anno e mezzo fa, contrassegnata dalla stessa identica configurazione di Marte/Plutone opposti a Saturno, deve liberarsi.  Non si può bloccare il fluire dell’energia, se non a costi molto elevati.

pagina iniziale

Iscriviti gratuitamente alla AstrologiaDinamica mail-list
per venire aggiornato settimanalmente sulle novità di Sorvegliare il Mondo