NewsScope  Astrologia Politica in inglese  
Data: 29-06-2003
 
Astrologia politica per sorvegliare il mondo
© 2003 Rishi Giovanni Gatti

Astro eventi del 2003, seconda metà

21 agosto
Sole, Venere e Giove sono in congiunzione tripla al termine del Leone.  La posizione è associata agli oroscopi di varie nazioni chiave come Israele, Corea del Nord, Iraq.  L’aspetto indicherebbe una forte volontà di giungere ad accordi di pace e a stipulare favorevoli trattati internazionali, ma sfortunatamente i tre pianeti sono immediatamente sottoposti alle opposizioni di Marte e Urano, il che indicherebbe una rapida risoluzione sfavorevole.

27 agosto
Giove entra in Vergine, portando nuovo interesse ai diritti dei lavoratori, al problema della disoccupazione e al funzionamento degli eserciti.  Probabilmente il Referendum italiano andato a vuoto il 15 giugno con Giove in Leone (i padroni) avrebbe avuto un altro esito con Giove in Vergine.  Poiché Plutone diventa diretto in contemporanea, ci dobbiamo aspettare la comparsa di nuove personalità carismatiche.  Giove sarà opposto ad Urano il 30 agosto: catastrofi naturali o incidenti dovuti a forze naturali.

27 settembre
Marte torna diretto in Pesci congiunto ad Urano: aspetto esplosivo, che porterebbe a inversioni nei mercati, azioni militari, attacchi terroristici, incidenti nel campo delle alte tecnologie, nuove esplosioni di malattie infettive.  Attenzione all’Iraq, il cui oroscopo è sottoposto a forte tensione tanto da suscitare rivolte organizzate contro la coalizione occidentale.

25 ottobre
Saturno gira retrogrado proprio sul Sole degli Stati Uniti d’America.  Si tratta di un allineamento straordinario estremamente potente dovuto all’esattezza della congiunzione, e senza alcun dubbio marcherà un punto di svolta storico relativo alla politica americana, e quindi mondiale.  L’attuale Amministrazione americana è sotto i riflettori, ci attendiamo importanti annucni sul piano della politica estera soprattutto.

Nozioni di Astrologia presidenziale

Nell’era della comunicazione di massa, un qualsiasi candidato alla presidenza deve essere collegato con la Luna dell’entità istituzionale per cui si candida, perché sono gli umori del popolo che decidono.  Ciò significa che ci devono essere pianeti collegati strettamente alla Luna, che nel caso americano si trova a 25 gradi dell’Acquario.

Tutti gli ultimi presidenti USA hanno goduto di questi contatti, natali o progressi, se non entrambi.  Bill Clinton aveva il Sole a 26 gradi del Leone e l’Asteroide Giunone (sua moglie) a 25° Bilancia, e quando fu eletto aveva Mercurio progresso a 25° Bilancia.  Sia il vecchio George Bush che Jimmy Carter avevano Marte congiunto alla Luna americana.  Ronald Reagan godette del transito progresso di Marte a 25° Acquario.  Gerald Ford sostituì Nixon quando la sua Luna progressa era a 25° Acquario.

Nelle contestatissime elezioni del 2000 tra Bush giovane e Al Gore, i due pianeti più vicini alla Luna americana erano Venere in Toro a 26° per Gore, con Venere a simboleggiare la sua maggiore popolarità, e il Giove progresso a 24° Bilancia per Bush, che indicava la decisione legale che cambiò il risultato elettorale in suo favore.

pagina iniziale

Iscriviti gratuitamente alla AstrologiaDinamica mail-list
per venire aggiornato settimanalmente sulle novità di Sorvegliare il Mondo