NewsScope  Astrologia Politica in inglese  
Data: 24-08-2003
 
Astrologia politica per sorvegliare il mondo
© 2003 Rishi Giovanni Gatti, con Mike Wolfstar

punto di svolta in Iraq

Alcuni giorni dopo il devastante bombardamento del palazzo delle Nazioni Unite in Iraq, Bush ha ammesso che c'è bisogno di più truppe per mantenere la sicurezza, e venerdì ha dichiarato: «Diamo il benvenuto ad altre truppe straniere in Iraq».  Però, né Bush né i suoi strateghi militari sono pronti ad accettare le richieste di Francia, Russia e Germania per una aumentata autorità dell'ONU come condizione per spedire i loro contingenti.

Da una prospettiva astrologica, la settimana che viene porta al culimne una serie di importantissimi astro-eventi.  Il più noto, anche per chi non si interessa di astrologia, è la misteriosa luminescenza rossa di Marte nel cielo serale, particolarmente brillante a causa della ridotta distanza tra il pianeta e la Terra e la contemporanea opposizione del Sole, il 28 agosto.

Terroristi stranieri stanno convergendo in Iraq per quello che chiamano "la battaglia finale" contro gli USA e il suo lacché, l'ONU.  In Israele la "roadmap" per la pace probabilmente subirà una grossa deviazione.  Plutone tornerà diretto nel segno religioso del Sagittario, ad enfatizzare che gli elementi più estremistici stanno prendendo il sopravvento.

Il ruolo degli Stati Uniti nel controllare l'insorgere di una guerriglia in Iraq è paragonabile a quello svolto nella palude vietnamita nella metà degli anni Sessanta.  Allora, Plutone era in quadratura al Marte americano; ora è in opposizione, un aspetto non certo più facile.  Servirà una guida molto saggia per attraversare indenni questa confusione.  Il transito di Saturno si appresta a toccare il Sole natale americano, e quello di Bush, che è lì congiunto.  Il Presidente sarà messo a dura prova, e dovrà mostrare tutta la  prudenza necessaria per gestire il potere americano.

astrologia presidenziale: Hillary Clinton

Mentre Saturno transita nella sua Dodicesima Casa e squadra il suo Sole, Al Gore potrà stare meditando una ulteriore disperata corsa per la presidenza.  Il passaggio di Saturno non è favorevole per iniziare nuove avventure, e probabilmente si sentirà più a suo agio dietro le quinte.  Questo lascerebbe il campo libero a Hillary Clinton, il più promettente dei candidati non ancora dichiarati.

Si ritiene che Hillary Clinton sia nata alle ore otto del mattino del 26 ottobre 1947, in Chicago: questo pone Mercurio sul suo Ascendente in Scorpione.  Negli ultimi mesi la progressione di Mercurio è stata in aspetto favorevole con Saturno, situato nella Nona Casa delle pubblicazioni.  Questo corrisponde chiaramente al momento attuale in cui vediamo la ex "first-lady" in un giro promozionale per la vendita del suo libro autobiografico che sta riscuotendo un successo incredibile in ogni luogo in cui viene presentato.

L'Oroscopo americano è singolarmente preparato per un candidato presidenziale donna (la progressione di Venere in Ariete è in quadratura al Sole, il transito di Urano è in trigono a Venere), e l'Oroscopo della Sig.ra Clinton è ben posizionato per tentare la sua corsa.  Ella ha diverse connessioni con la Luna americana (Cerere e Venere progresse, Urano natale) che creano un canale preferenziale con il popolo americano.  Il suo Mediocielo progresso (l'evoluzione del suo punto del destino e del suo onore), è praticamente congiunto al suo Sole natale, a donarle l'ambizione giusta ed una opportunità unica.

Si candiderà?  Il transito di Urano in trigono al suo Sole in gennaio e febbraio la renderebbe una candidata popolare per le elezioni primarie.  Ciò che la frena è la posizione della sua Luna di nascita, che si trova in Pesci, un segno di compassione ma anche di potenziale vittimizzazione.  Gli americani non hanno mai eletto un presidente con la Luna in Pesci, ma non hanno neanche mai eletto un presidente donna.

pagina iniziale

Iscriviti gratuitamente alla AstrologiaDinamica mail-list
per venire aggiornato settimanalmente sulle novità di Sorvegliare il Mondo