NewsScope  Astrologia Politica in inglese  
Data: 13-03-2005
 
Astrologia politica per sorvegliare il mondo
© 2005 Rishi Giovanni Gatti, con Mike Wolfstar

Libano, crocevia plutoniano

Sin dal giorno dell’assassinio della fogura guida popolare Rafiq Hariri accaduto il 14 febbraio scorso, il Libano è diventato un fattore chiave nel campo geopolitico mondiale.  Due settimane fa una manifestazione pro-democrazia ha condotto alle dimissioni del primo ministro siriano Omar Karameh e al ritiro delle quattordicimila truppe che la Siria aveva stanziato.  Per risposta, la settimana scorsa un’imponente manifestazione favorevole ai siriani, orchestrata dagli Hezbollah, ha restaurato Karameh al potere.  Il Presidente Bush sta premendo sulla Siria affinché favorisca concessioni ulteriori.

L’indipendenza del Libano è stata siglata a Beirut il 22 novembre del 1943 (si ipotizza l’orario del mezzogiorno in assenza di dati migliori), che vede un Oroscopo nazionale che vede il Sole all’ultimo grado del Segno dello Scorpione, retto da Plutone, a riflettere forse gli intensi sentimenti politici che scorrono all’interno e verso questo Stato.  I tre pianeti in Gemelli (Urano, Marte e Saturno) mostrano le divisioni multi-etniche, linguistiche e religiose, con Urano opposto a Mercurio, un asse specialmente volatile.

Al momento, questi pianeti gemelliani sono confrontati da due transiti di pianeti esterni.  Il 14 febbraio Urano era esattamente in quadratura al Mercurio libanese, a descrivere accuratamente un’esplosione (Urano) durante il viaggio (Mercurio).  Durante le proteste filo-siriane della settimana scorsa, Urano era in esatta quadratura con la sua posizione di radice, indicazione di “atmosfera elettrica”.  L’altro transito importante è quello di Plutone in opposizione al Saturno di radice, che rappresente un fondamentale processo di ristrutturazione.

Il ruolo di Plutone nell’Oroscopo libanese è particolarmente forte, dato che il pianeta è congiunto all’Asse karmico del Nodo Lunare Nord.  Da questa sola posizione, uno potrebbe capire il ruolo unico che ha il Libano nel villaggio globale.  Come il pianeta Plutone, anche il Libano è piccolino, ma posizionato al crocevia di tre continenti, dove periodicamente si affaccia per giocare un ruolo importante nella politica internazionale.  Il corrente passaggio di Plutone assicura che il Libano rimarrà un punto caldissimo per tutto il 2005 e il 2006.

Transizione all’Acquario e Anima Mundi

Tra i lettori di Sorvegliare il Mondo ci si chiede se il Presidente USA ci stia portando al giorno dell’Armageddon, lo scontro finale tra Male e Bene.  Le tre grandi religioni monoteiste, Cristianesimo, Islamismo e Ebraismo, descrivono tutte lo scenario dei “tempi finali”, in cui la sofferenza dei giusti culminerà nel ritorno del divino supereroe, con la distruzione dei nemici, e l’inizio dell’età dell’oro.  Solo i nomi dei buoni e dei cattivi vengono cambiati.  Questi miti di divisione hanno tutti origine in Medio Oriente circa duemila anni fa.

Mentre entriamo nell’Età dell’Acquario, possiamo aspettarci un maggior lavoro di gruppo, in rete, e un migliore apprezzamento dei sistemi di tipo olistico.  L’Acquario sa come tutto è connesso, e quindi il segno rappresenta l’Ecologia, la Teoria del Caos e l’Astrologia.  Ora ci troviamo al confine tra le due Grandi Ere.  Durante questa fase di transizione, il petrolio, governato da Nettuno, rimarrà l’ultimo e critico mezzo di separazione attraverso il quale la “vecchia guardia” continuerà il regime dell’Età dei Pesci.

Coloro i quali dicono che Domineiddio non abbia il senso dell’umorismo si sono dimenticati della sublime ironia che vede le maggiori riserve mondiali di petrolio appartenere agli Stati islamici, mentre la grandissima parte di consumi dell’oro nero viene assorbita dalle popolazioni cristiane.  È come se l’Anima del Mondo (vedasi il libro di Charles Harvey, Anima Mundi), quella consapevolezza superiore e unificata di cui cristiani, islamici e ebrei fanno tutti parte, stia forzando i popoli a risolvere i loro conflitti man mano che la comunità internazionale diventà più simile ad un vero villaggio globale.

Se le differenze possano essere davvero risolte attraverso mezzi militari o accordi diplomatici che garantiscano la co-esistenza, è da vedere.  Da una prospettiva astrologica, uno potrebbe dire che coloro che rimangono attaccati al mito pescineo dell’Armageddon stanno assistendo alla sua manifestazione, mentre coloro che adottano il concetto acquariano dell’Anima mondiale stanno aiutando a costruire un futuro più sano.

torna alla pagina iniziale

Iscriviti gratuitamente alla AstrologiaDinamica mail-list
per venire aggiornato settimanalmente sulle novità di Sorvegliare il Mondo
una pubblicazione di JuppiterConsulting.it