NewsScope Astrologia Politica in inglese
31-05-2014
Astrologia politica per sorvegliare il mondo
© 2014 Rishi Giovanni Gatti, con Mike Wolfstar

Gianroberto Casaleggio
(la Forza era con gli altri)

Osservando l’oroscopo di Gianroberto Casaleggio (Milano, 14 agosto 1954, 2:35) notiamo che vi sono alcune caratteristiche che lo accomunano a quello di Beppe Grillo.  In particolare entrambi sono nati con la Luna Piena in Quarta Fase (l’aiutante) ed entrambi godono della presenza del Pianeta Urano in Prima Casa congiunto con un Pianeta “benèfico” (Giove per Casaleggio e Venere per Grillo).  Di piú, in grande maggioranza i Pianeti di entrambi gli Oroscopi si trovano nell’ Emisfero Inferiore, quello della Soggettività, ed è quindi vero per entrambi il bisogno di osservare costantemente gli eventi interiori e personali, i proprî pensieri e le suggestioni piú profonde, per trarre guida e indicazioni sul come agire nel mondo esteriore, che però rimane sempre un territorio alieno e meno significativo.

Poiché Casaleggio nasce con il Sole in Seconda Casa e la Luna in Ottava Casa, tra i due è quello piú naturalmente portato a confrontarsi con i temi della autostima (II) e della paura degli altri (VIII), sviluppati secondo una dinamica generale di riservatezza (Ascendente in Cancro) che può essere confusa con un carattere schivo e timoroso.  Il Segno di nascita del Leone e la presenza della formidabile combinazione tra Giove e Urano congiunti all’Ascendente giocano un ruolo in controtendenza a quanto detto sopra e obbligano il nativo a dover fare i conti con l’impossibilità di stare sempre in silenzio ad armeggiare dietro agli schermi dei calcolatori elettronici o a nascodnersi dietro al paravento della Rete, perché prima o poi arriva il momento di esporsi, di affrontare il grande pubblico e magari rischiare anche di sbagliare di fronte al mondo intero.  La presenza di Plutone congiunto al Sole índica un grande destino potenziale per questa nascita, una enorme opportunità per influenzare la vita degli altri, oltre che la propria, per chiamare a una trasformazione dello status quo che viene avvertita come sempre piú impellente e necessaria, altrimenti l’ego individuale corre il troppo forte rischio di rimanere a marcire nella putrefazione senza alcuna possibilità di evoluzione.  Con l’opposizione della Luna in Acquario, il Nativo è sospinto dall’ istinto che gioco-forza lo collega al lavoro di squadra, al dover rinunciare, almeno in parte, alle proprie piú intime idee per lasciare spazio ai collaboratori, alle interconnessioni interpersonali oggigiorno cosí sviluppate grazie alle Reti sociali telematiche e digitali con le quali si opera.  La presenza di Venere e Nettuno in Bilancia in Quarta Casa, il simbolo astrologico delle radici spirituali dell’ anima, ispira la persona a sognare per sé e per la propria famiglia una ipotesi di futuro “giusto”, colorato di pace e benevolenza, dove l’esigenza di equilibro omeostatico propria di ogni organismo umano deve essere soddisfatta momento per momento.

Con una cosí notevole concentrazione di Pianeti nel Primo Quadrante ad attendere l’innesco giusto per affermare in modo indubitabile la propria esistenza in vita e il proprio bisogno di agire e muoversi, G. Casaleggio ha atteso il transito (partile!) di Giove su Giove e sull’ Ascendente per proclamare, dal palco di Piazza San Giovanni nella sera del 23 maggio 2014, la sua immortale frase di augurio elettorale «La Forza Sia Con Noi», oramai incisa nella memoria collettiva dei suoi elettori per secoli a venire…  Sappiamo come è andata, e ringraziamo Casaleggio per averci fatto capire ancóra meglio ciò che il Grande Benèfico (Giove) è in grado di fare quando, sotto la sua influenza, si è portati a pretendere un po’ troppo, a fare gli sbruffoni…  In questo particolare caso, la concomitante presenza di Venere e Urano in transito di quadratura dall’ Ariete ha costituito un impedimento insormontabile e la vittoria elettorale alle Europee 2014 è sfumata quasi per un soffio…  Poco male, il suo movimento (di Casaleggio) è comunque la seconda forza politica nazionale e l’unica forza di opposizione al Regime testé ricostituitosi sotto il dominio del fantasma/gorico nuovo premier Renzi (di cui ci occupiamo in coda).  Ora che Giove proseguirà nella sua grande marcia trionfale attraverso il Segno del Leone nel corso del 2014 e del 2015 scopriremo la vera importanza del ruolo del Nativo nel conformare la politica italiana secondo quanto egli riuscirà a fare dal ponte di comando del weblog del suo associato Grillo.  Una prima data interessante sarà la settimana intorno al 17 di giugno p.v., durante la quale bisognerà sapersi dimostrare tolleranti nei confronti dei Cittadini Parlamentari del Movimento Cinque Stelle, che non accetteranno piú – molto probabilmente – di essere “guidati” dai “conduttori-cofondatori” ma vorranno maggiore autonomia nel giocarsi il proprio rispettivo sogno di “eletti” che gli è piovuto addosso quasi per grazia ricevuta.  Anche le successive due settimane saranno condizionanti per Casaleggio:  sarà necessario prendere una qualche eclatante decisione che lo porterà ad assumere ancóra di piú un ruolo pubblico e ben riconoscibile nei confronti della Rete e dei suoi sostenitori e attivisti, anche chiarendo meglio la filosofia di fondo del suo agire, sia nell’ àmbito del M5S che – di conseguenza – della politica italiana tutta.  (NOTA:  Giove in transito sarà congiunto a Urano di radice il giorno 23 giugno 2014).

La Sconfitta degli “Uraniani”

Chi si intende di Astrologia evolutiva in quanto strumento per la prorpria crescita personale avrà senza dubbio còlto l’essenza intrinseca “uraniana” del Movimento Cinque Stelle quale esempio del simbolismo astrologico associato ai temi della democrazia, della modernità, della partecipazione alle decisioni condivise e del piú generale concetto di “rivuluzione culturale” che il Pianeta acquariano rappresenta sin da quando venne scoperto nella seconda metà del Settecento.

Urano è fortissimamente presente negli Oroscopi di Beppe Grillo e di Gianroberto Casaleggio e domina le due rispettive Carte natali da una posizione strategica, la Prima Casa, simbolo della “personalità” e dello “stile” individuale.  È indubbio che questi due personaggi rappresentino singolarmente e insieme l’esempio brillante della capacità di innovare e di sovvertire in modo soprendente la realtà dei fatti agendo sul piano sociale per affermare direttamente la propria idea di cambiamento e di espressione personale autentica.  Questo è – in sintesi – il vero significato del “Pianeta che rotola” nella Carta natale individuale:  sentire la chiamata interiore a essere se stessi e ad affermare se stessi con forza nell’ ambiente che ci circonda.  Nel 2013, durante la settimana elettorale, è stato il “Piccolo Benèfico” Venere a transitare in trigono all’ Urano natale dell’Oroscopo di Beppe Grillo, assicurando un pieno successo al suo movimento, prima forza politica nel Paese, nella “sorpresa” generale.  Nel 2014, pur troppo, non ci sono stati transiti importanti sull’ Urano natale del “leader” e quindi la pur significativa affermazione del 25 maggio u.s. non è stata all’altezza delle aspettative, rappresentando una “sorpresa al negativo”, per il grosso divario di voti ricevuti nei confronti del contendente fiorentino Matteo Renzi.

Abituiamoci quindi a osservare l’epopea di queste tre incarnazioni uraniane (Grillo, Casaleggio e M5S) tra sbalzi imprevedibili di grandi successi e sorprendenti ripiegature, sottolineando che il cielo sopra Milano nella giornata della fondazione ufficiale del Grillismo politico – il 4 ottobre 2009 – vedeva la combinazione incredibile ed epocale (la successiva accadrà tra cinquecento anni) di ricezione mutua tra Urano in Pesci e Nettuno in Acquario allo stesso 24-esimo grado zodiacale, con l’opposizione dalla Vergine di Mercurio (Partile), Saturno e Venere.

La Febbre a Quaranta di Renzi

È curioso notare come il Saturno in Cancro del Premier Matteo Renzi coincida con lo stesso Giove in Cancro di Gianroberto Casaleggio, e come esso stesso sia stato parimenti stimolato dal transito di Giove nel Segno nella settimana elettorale delle Europee 2014.  Abbiamo visto come è andata per Casaleggio, con la sua indimenticabile frase beneaugurante “La Forza Sia Con Noi”, e attendiamo di vedere come andrà a finire con il vincitore Renzi, il quale forse comincia ora a capire in quali guai si è cacciato volendo assumersi la responsabilità della guida del Paese in concomitanza con quella del PD stesso.  Il suo exploit è da ascriversi in termini astrologici generali alla Grande Croce Cardinale che vede impegnati i Pianeti Marte, Giove, Urano e Plutone, tutti a insistere sulla opposizione tra Sole/Luna congiunti in Capricorno da un lato e al già citato Saturno in Cancro dall’ altro, nell’ Oroscopo di nascita del Premier.  L’enorme potere che costui ha assunto sul piano nazionale – e ora anche europeo – viene bene descritto dal quadro di Pianeti esterni in azione, che agiscono in pieno fulgore da marzo/aprile di quest’anno e continueranno ancóra fino a tutto il mese di giugno.  Da lì in poi, l’epopea renziana comincerà molto probabilmente a digradare e a ridursi al nulla, allo svanimento, come abbiamo con ampio anticipo pronosticato in un precedente articolo su questo sito www.AstrologiaDinamica.it.

Per spiegare meglio come la pensiamo su questo incredibile ultimo mefitico prodotto della politica italiana, ci viene a fagiuolo (facendo le debite proporzioni storiche) questo brano tratto dal monumentale romanzo di Elsa Morante, «La Storia».  Cosí la grande scrittrice romana:

“E non tardano a trovare un loro campione e strumento adatto in Benito Mussolini, arrivista mediocre, e «impasto di tutti i detriti» della peggiore Italia: il quale, dopo aver tentato il proprio lancio sotto l’insegna del socialismo, ha trovato piú vantaggioso di passare a quella contraria dei poteri in sede (i padroni, il re, e successivamente anche il papa). Sulla sola base programmatica di un anticomunismo garantito, minatorio e dozzinale, egli ha fondato i suoi fasci (d’onde fascismo), consorzio di vassalli e sicari della rivoluzione borghese.  E in simile compagnia, provvede agli interessi dei suoi mandanti con la violenza terroristica di povere squadre d’azione prezzolate e confuse.  A lui il re d’Italia (uomo sprovvisto di qualsiasi titolo di menzione fuori di quello ereditato di re) volentieri consegna il governo della nazione”.

La garanzia che il nostro uomo farà presto una brutta fine (politica) ci viene da questa stonata sequenza da jet-set che vede la ministra Boschi con i bambini adottati dal Congo (http://video.repubblica.it/cronaca/bambini-dal-congo-il-ministro-boschi-in-aereo-mi-hanno-fatto-una-treccia/167382/165869) scendere sorridente dall’aereo di Stato a Ciampino in qualità di Ministro per i Rapporti con il Parlamento e sponsor di questo grande successo diplomatico, procurato però da un tutt’ altro ministero.  Si vocifera che il premier abbia voluto incaricare l’On. Boschi in qualità di “first lady preferita” [http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/1-se-la-boschi-va-a-prendere-i-bambini-del-congo-la-madia-riportera-78060.htm], alla faccia della snobbata On. Mogherini, che avrebbe duramente gestito il dossier.  È da questi piccoli dettagli che si vede la statura etico/morale/politica di un uomo (o di una donna) di governo.  Ma come si fa?  Ci inchiniamo davanti a cotanta spregiudicatezza.  Del resto il fantasma/gorico Renzi non a caso nasce con la Luna in Ottava Fase e non ha paura di nulla se non di osare troppo poco.  Beato lui.

torna alla pagina iniziale

Iscriviti gratuitamente alla AstrologiaDinamica mail-list
per venire aggiornato settimanalmente sulle novità di Sorvegliare il Mondo
una pubblicazione di JuppiterConsulting.it