l’Oroscopo personale
© Rishi • 1998/2002

Un'interpretazione “dinamica”

Diversamente dai programmetti automatici, dispersi su rete e portali, che forniscono un più o meno preciso dettaglio gratuito del proprio Tema natale, attraverso queste pagine potete richiedere l'elaborazione individuale e personale del vostro Oroscopo ad un astrologo in persona.

Essendo l'Astrologia moderna un sistema che aiuta nella ricerca di una individuazione e di una migliore qualità di consapevolezza, risulta assurdo rivolgersi solo ai "rapporti" stampati da un programma di calcolo o peggio agli oroscopi "dozzinali" che invadono a vanvera la comunicazione di massa.

È necessaria una persona vivente che abbia studiato il sistema e che si senta in qualche modo connessa ad una sorgente interiore che possa risuonare con l'anima di chi incarna la Carta natale per poter dare un significato più pieno, più personale e sincero ai simboli che il calcolatore produce automaticamente.

Per cominciare: un testo manoscritto

L'Astrologia dinamica, come viene in questo sito presentata, prevede che l'Oroscopo debba prima essere interiorizzato dall'astrologo, che solo successivamente potrà darne una lettura che trasmetta calore e vita alle sue parole.

Cioè, dal momento in cui il cliente chiede di elaborare il proprio Tema natale personale e comunica quindi i suoi dati di nascita (compilando il modulo), è necessario concedere un certo lasso di tempo, in genere una settimana, nel quale il simbolismo espresso da quella particolare Carta si combina, a livello inconscio, con le esperienze e gli studi fatti in precedenza dall'astrologo.

Solo dopo questo periodo di "fermentazione" l'astrologo si sente in grado di "parlare" dell'Oroscopo del cliente, e allora prende la penna e scrive, riempiendo d'un fiato le quattro facciate di carta conchiglia accuratamente predisposte. Viene "inciso" sul foglio di carta un "Tema natale" valido per quel particolare momento che l'astrologo sceglie in base alla sua sensibilità.

Si tratta di un tema, non di un "temino", la cui lettura è riservata esclusivamente al cliente, che dovrebbe tenersela ben stretta, e non divulgarla ad altre persone che non siano intimamente collegate da amore o profonda amicizia.

La particolare magia...

... che si viene a creare tra l'astrologo e il cliente, due persone che non si conoscono e che comunicano tra loro solo grazie alla trasmissione di pochi dati anagrafici, è qualcosa di misterioso ed intrigante di cui è consigliabile, prima o poi, fare esperienza nella vita...

Entriamo qui in un àmbito veramente misterioso.

Come può essere che un astrologo, grazie solo alla conoscenza di pochi dati, riesca a riempire quattro fitte pagine sull'essenza della vita del suo cliente, presentando intuizioni e scoperte magari addirittura neanche mai dal cliente immaginate, o temute?

Forse perché "parlando in generale si fa sempre centro" e quindi qualsiasi cosa si possa dire sulla vita, sulla personalità, sulle speranze, sui problemi esistenziali, non è mai sbagliata...

Certo. Ma allora perché sono state scritte proprio quelle parole, perché è stata enfatizzata quella particolare problematica, perché a volte sono evidenziate le relazioni, altre volte il Sé, altre volte la fortuna, altre ancora la sfortuna?

Perché a volte, "in generale", si viene invitati ad insistere, altre volte a lasciar perdere?

Come mai questo sconosciuto, l'astrologo, si permette di "sputare sentenze" ed aver la "faccia tosta" di colpire nel segno?

Ma soprattutto, perché uno "scritto", e per giunta "a mano"?

Le parole scritte aiutano a riflettere

In questo modo il cliente è invitato a leggere l'interpretazione e ad aspettare qualche giorno, per dare modo alla sua consapevolezza di riflettere e di sintonizzarsi meglio con quelle intuizioni che l'astrologo ha potuto/voluto trasmettergli.

Le pagine scritte, a differenza di un colloquio verbale, consentono di andare all'essenza, di concentrarsi su poche parole, senza disperdersi, e di permettere diverse riletture. Molto spesso succede che molte delle informazioni contenute "tra le righe" abbiano bisogno di tempo per venire alla luce, e questo non succede mai in una sessione "dal vivo".

È importante considerare con rispetto, con sacralità, le pagine scritte dall'astrologo. La loro elaborazione richiede uno sforzo empatico considerevole, e valgono molto di più del loro costo commerciale.

La simbologia di un Oroscopo, per quanto ridotta all'essenza, richiede sempre almeno tre o quattro ore di tempo affinché possa essere resa in un linguaggio non più solo simbolico ma attuale e pertinente alle esigenze del cliente. Anche in quei casi, rari, in cui il cliente non rimane, apparentemente, soddisfatto del lavoro dell'astrologo — perché si aspettava tutt'altro, perché magari, inconsciamente, desiderava solo vedere confermate delle sue idee precostituite, e si era avvicinato all'Astrologia dinamica colmo di pregiudizi — il tempo è galantuomo e regalerà comunque qualche momento di comprensione legato all'interpretazione astrologica ricevuta.

È solo l'inizio

L'interpretazione manoscritta si deve considerare come un inizio, un solido punto d'appoggio da cui partire per continuare l'esplorazione astrologica, il viaggio nella comprensione dei simboli del proprio Oroscopo personale.

Lo scritto non rappresenta niente di definitivo. È anzi un invito a procedere, per entrare più in profondità, formulando delle domande per illuminare nello specifico eventuali punti oscuri, temi solo sfiorati e che possono essere particolarmente sentiti dal cliente.